BIOGRAFIA / MOSTRE / CONGRESSI



Beatrice M. Serpieri nasce a Bologna.

Dopo aver perfezionato gli studi classici e universitari, negli anni ’70 si dedica con passione allo studio della fotografia, diplomandosi all’Accademia di Belle Arti di Roma e alla Libera Università Europea di Macerata, Dipartimento di Arti Visive.

La sua lunga e prestigiosa carriera di ritrattista, perseguendo una poetica da lei stessa definita “Fotogenia dell’Anima”, si distingue per lo studio appassionato e profondo dell’essere umano, rendendo i suoi ritratti in B.N. vere e proprie opere d’arte, al pari della grande tradizione della ritrattistica sia pittorica che fotografica. Attraverso i ritratti di Serpieri si conferma l’affermazione di E. Lévinas: “La faccia è il mezzo attraverso il quale l’invisibile che è nell’uomo si fa visibile ed entra in rapporto di scambio con noi”. Nel suo archivio le grandi famiglie italiane ed europee.

Il suo percorso è scandito da numerosi successi e riconoscimenti personali: nel 1990 è a Roma - Piazza di Spagna e Milano - Piazza Duomo con “Immagine Donna” presenti 37 fotografi di fama internazionale, 1990 ancora Roma “Antologica” – all’Accademia del Superfluo, ed esposizioni in luoghi “simbolo” della cultura, tra cui: 1992 Bologna, Chiostro Monumentale di San Domenico, Antologica “Complicità” in apertura della stagione culturale ; 1995 Firenze, per 40°Pitti Immagine Bimbo - Antologica “Les Portraits des Grandes Familles”. Espone i suoi ritratti in importanti Biennali all’estero: 1996, Barcellona, Spagna, 8 ͣ Biennale Fotografica - Antologica; 1996, Madrid,14°Congresso Internazionale della Fotografia, e in Italia in numerose Gallerie pubbliche e private.
Nel 2001 espone a Parma nella 6 ͣ Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea. Nel 2002 presenta a Bologna il “Calendario 2003” di solidarietà,“Le quattro Stagioni” in Sala Farnese - Palazzo d’Accursio. Prosegue l’attività espositiva partecipando nel frattempo a numerosi convegni, tavole rotonde e trasmissioni televisive sia in Italia che all’estero incontrando consensi e riconoscimenti. L’abilità e la sensibilità di Serpieri svelano la sua capacità di andare “oltre” alla semplice registrazione mimetica della percezione visiva come attesta la nozione di “punctum” barthesiano.

Sollecitata dall’esigenza di approfondire il proprio lavoro di artista strettamente legato alla ricerca del bello assoluto, dal “paesaggio interiore” in B.N. nel 2003 passa intenzionalmente al colore e allo studio della scomposizione della luce, indaga le illusorietà che ci offrono le vedute architettoniche, per poi approdare alla rilettura della statuaria del Canova e del Tenerani in continuità con lo studio del ritratto che tanto l’ha appassionata: un’esperienza artistica che intraprende con passione e rigore. Attraverso un suo particolare procedimento di scomposizione fotografica dei manufatti e della luce, effettuata esclusivamente in fase di ripresa, realizza sorprendenti immagini, presentandole in suggestive installazioni tridimensionali, tralucenti, dinamiche: vere foto-sculture. E’ qui che Serpieri esalta “La vera bellissima carne”, già evidenziata nella lettura critica di Antonio Paolucci.

Catturate e rispedite dall’obbiettivo, traducendosi in immagini quasi fantastiche, troviamo la rilettura dei più grandi capolavori canoviani. Nel 2009 presenta la sua mostra ”Illusioni” a Cortina d’Ampezzo e diviene protagonista nuovamente di esposizioni personali e collettive; importanti Musei Civici d’Arte Antica e Contemporanea la chiamano per l’efficacia innovativa delle sue opere che trova conferma in grandi mostre ed eventi personali: “Illusioni” nel 2010 a Ferrara nei Musei Civici d’Arte Antica Riminaldi - Palazzo Bonacossi e nel Museo Schifanoia, esposizione che riprenderà negli anni successivi 2012 e 2014 con l’opera “Origine”; sempre nel 2010, a Bassano del Grappa, nell’ambito del XI Convegno internazionale di studi Canoviani espone >nel Museo Civico - Ala Canova, spazio dove l’opera “ Aenigma” verrà ripetutamente esposta dal 2012 al 2015. Nel 2011 quindi a Gaeta, al Museo d’Arte Contemporanea Giovanni da Gaeta.

Dice di lei Philippe Daverio, presentando la sua mostra “Illusioni” al Museo Civico di Bassano del Grappa: “Grazie a questa artista ora noi possiamo guardare al grande scultore in modo completamente nuovo, restando stupiti di come anche una caviglia scolpita dal Canova, ammirata innumerevoli volte, ci sembri inedita”. Espone successivamente i suoi studi di scomposizione sulle architetture con un’installazione di grandi dimensioni “Archi Off Light” nel 2011 a Bologna per Arte Fiera; presenta ancora una retrospettiva al “Celeste Prize” nel 2011, a Bologna e partecipa con i suoi studi sul Canova nel 2012 a Ravenna alla “V Biennale delle Chiese Laiche”.

La sua opera “Theoria” è pubblicata nel catalogo“Light Art in Italy” di Gisella Gellini, corrente artistica consolidata a livello internazionale, della quale l’artista fa parte.Tra il 2011 e il 2015 ha tenuto lezioni sul tema“Arte e contemporaneità nella percezione visiva” al Dipartimento di Arti Visive del Politecnico di Milano e al Corso di Psicologia dell’Arte dell’omonimo Dipartimento dell’Università di Bologna, sul tema ”Sinergie tra Istituzioni Museali e iniziativa privata. Culture visive a confronto attraverso la lettura fotografica di Beatrice M. Serpieri”.

Nel 2012 approfondisce la ricerca sulla scomposizione della luce, studia le opere di Wildt, offrendone una rilettura davvero innovativa ed inedita. Nel 2013 intraprende uno studio complesso intorno alle Cere Anatomiche del Museo Luigi Cattaneo in Bologna, in accordo con il Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie dell’Alma Mater Studiorum dell’Università della medesima città ed espone, nel maggio del 2014, nel Museo Luigi Cattaneo la foto-scultura “Fantastiche apparenze” presentata da Jadranka Bentini in occasione del Simposio Internazionale“ Amazing Models”. Nel novembre dello stesso anno il suo studio intorno alla Cere Anatomiche si realizza con la mostra “De Corporis Fabrica”, a cura di Jadranka Bentini, ambizioso quanto innovativo progetto che coinvolge molteplici realtà bolognesi con l’esposizione delle sue foto-sculture: l’Alma >Mater Studiorum Università di Bologna, il Sistema Museale d’Ateneo, il Museo L.Cattaneo, il Museo di Palazzo Poggi e l’Archiginnasio, oltre a manifestazioni e conferenze, destando un vasto consenso di critica, pubblico, stampa e tv.
Bologna le rende omaggio chiamandola ad esporre nuovamente “De Corporis Fabrica” in maggio 2015 nell’Oratorio del Museo della Vita, accompagnata dalla presentazione del “Libro d’Artista “ piccolo gioiello” con testo critico di Jadranka Bentini, edito in sole 100 copie numerate e firmate dall’artista.
La partecipazione alla Biennale di Venezia 2015 con l’opera “Chimera” conferma il successo di questa particolare ricerca.
Nel novembre 2015 in occasione delle celebrazioni per il 40° anniversario della morte di Pasolini partecipa alla mostra “Perfetta solitudine – in morte di Pier Paolo Pasolini” e al “Libro d’Artista” legato alla mostra stessa.
Affiancata da anni nella sua ricerca da una storica dell’Arte del calibro di Jadranka Bentini, nel 2016 presenta negli spazi di Must Gallery e della Axion Swiss Bank S.A di Lugano la mostra “Fulgor in Signis”- Inganni di senso, compendio di tre grandi progetti-studio di Serpieri intorno all’arte scultorea della lunga tradizione italiana, che apre a future e più ardue prospettive artistiche.

Hanno detto di lei: Franco Basile, Jadranka Bentini, Beatrice Buscaroli, Graziano Campanini, Vittoria Coen, Lanfranco Colombo, Victoria Combalìa, Philippe Daverio, Walter Guadagnini, Paola Barbara Sega, solo per citarne alcuni.

I suoi lavori sono raccolti in molteplici collezioni private, esposti in numerosi Musei Civici d’Arte Antica, tra >cui i Musei Schifanoia e Riminaldi di Ferrara, il Museo Civico A. Canova di Bassano del Grappa e Pinacoteche d’Arte Contemporanea; Serpieri vanta una vasta bibliografia di cataloghi d’arte, preziosi libri d’artista, riviste del settore, periodici e quotidiani.



Attualmente vive a Bologna.

www.beatriceserpieri.com

studiobeatriceserpieri@gmail.com



BIOGRAPHY / EXHIBITIONS / CONFERENCES


Beatrice M. Serpieri was born in Bologna (Italy).

After classical and academic studies, since 1970 she dedicates herself passionately to photography. She graduates at the Fine Arts Academy in Rome and at the Free European University of Macerata, Visual Arts Department.

Her long and significant career as a portrait photographer follows the lines of a poetic theory she defines as “Soul Photogenics”. She is remarkable for her passionate and profound study of the human being. Her B&W portraits are real works of art, at par with the great tradition of portraits, both pictorial and photographic. Her portraits confirm E. Lévinas assertion: “The face is the medium through which the invisible inside man becomes apparent and enters into an exchange relationship with us”. Her files include the greatest Italian and European families.

Many successful events and awards characterize her itinerary: 1990, Roma, Piazza di Spagna and Milano, Piazza Duomo, “Immagine Donna”, among 37 internationally known photographers; also in 1990, Roma “Antologica” - Accademia del Superfluo; and exhibitions in focal cultural places:1992, Bologna (Italy), Chiostro Monumentale di San Domenico, Antologica “Complicità”, opening the cultural “Season”;1995, Firenze (Italy),40th Pitti Immagine Bimbo, Antologica “Les Portraits des Grandes Familles”. Her portraits appear in important Biennali abroad: 1996, Barcellona (Spain), 8th Biennale Fotografica, “Antologica”; 1996, Madrid (Spain), 14th International Congress of Photography, and in Italy in many public and private galleries. In 2001 she exhibits in Italy: Parma, 6th International Fair of Contemporary Art; in 2002, she introduces in Bologna, Sala Farnese, Palazzo d’Accursio the Yearbook 2003 – “The Four Seasons”. At the same time, she carries on with her activity by participating to many conferences, TV shows and roundtables in Italy and abroad, receiving wide appreciation and many awards. Serpieri’s sensibility and skill show her capacity to “go beyond” the elementary recording of the visual perception, as defined by the notion of Barthesian “punctum”.

In 2003, the artist feels compelled to deepen her research in the framework of her quest for the “absolute beauty”. From the “interior beauty”, she moves on to color and the study of de-composing light; she investigates the illusion represented by architecture. She then turns to the re-reading of the statues of Canova and Tenerani, as a continuum with the study of the portrait she is so much fond of: an artistic experience she tackles with passion and strength. Through her own photographic procedure of de-composing sculptures and light while shooting, she creates surprising pictures, presented in tri-dimensional, translucent and dynamic installations: real photo-sculptures. That is how Serpieri enhances the sense of “La vera bellissima carne”, as stressed in Antonio Paolucci’s critical remarks.

Grabbed by her lens and translated into fantastic images, the most extraordinary Canova masterpieces undergo a new reading from Serpieri. In 2009, she presents her exhibition “Illusioni” in Cortina d’Ampezzo (Italy) and becomes again the leading actor in many personal and collective shows. Top Italian Museums of Ancient and Contemporary Art and Municipal Museums invite her, attracted by the innovative efficacy of her work, as confirmed by important exhibitions and personal shows: “Illusioni”, in 2010, Ferrara, Musei Civici d’Arte Antica Riminaldi, Palazzo Bonacossi; in 2010, Ferrara, Museo Schifanoia, exhibition shown again in 2012 and 2014 with the photo-sculpture “Origine”; again in 2010, in Bassano del Grappa, in the framework of the XIth International Meeting of Canovian Studies, at the Museo Civico - Canova Wing, where the work “Aenigma” was often exhibited from 2012 to 2015. In 2011, in Gaeta, Museo d’Arte Contemporanea Giovanni da Gaeta.
The well-known art critic Philippe Daverio commented, while introducing her exhibition at the Municipal Museum in Bassano del Grappa: “Thanks to Beatrice Serpieri, we are now able to admire Canova in a totally different way: we are astonished to note how an ankle sculpted by him and already admired so many times appears to us in a totally new way”.Serpieri eventually shows her studies which de-compose architecture, with a large-size installation:“Archi off Light” (2011, Bologna, Arte Fiera). She then presents a retrospective: “Celeste Prize” (2011, Bologna), and participates in Ravenna in 2012 to the “V ͣ Biennale delle Chiese Laiche” with her studies about Canova.
Her work of art “Theoria” is included in the catalog “Light Art in Italy”, edited by Gisella Gellini, an internationally recognized art trend of which Serpieri is part.

Between 2011 and 2015 she teaches at the Visual Arts Department of the Milano Politecnico, on the theme “Art and Contemporaneousness in Visual Perception”, and at the course of Art Psychology of the Visual Arts Department of the Bologna University, on the subject “Synergy between Museum Institutions and private initiative. Visual cultures compared through the photographic reading of Beatrice M. Serpieri”.

In 2012, Serpieri deepens the process of de-composing light and studies the work of the Italian sculptor Adolfo Wildt. Her rendering of his statues is very innovative and never realized before. In 2013, Serpieri starts a complex study of the Anatomical Waxes of the “Museo Luigi Cattaneo” in Bologna (Italy), in agreement with the Biomedical and Neuromotorial Sciences Department of the Alma Mater Studiorum of the Bologna University. In May 2014, supported by Jadranka Bentini's critical remarks, Serpieri shows her photo-sculpture "Fantastiche Apparenze" in the "Museo Luigi Cattaneo", during the international Symposium "Amazing Models". In November 2014, her research about the Anatomical Waxes translates into the exhibition “De Corporis Fabrica”, supported by Jadranka Bentini, an innovative and ambitious project involving many public Institutions in Bologna through her photo-sculptures: the Alma Mater Studiorum of the Bologna University, the Museum System of the Bologna University, the “Museo Luigi Cattaneo", the “Museo di Palazzo Poggi” and the “Archiginnasio”. Many events and related conferences take place, receiving wide appreciation from art critics, the public at large, press and TV.

Bologna pays its homage to Serpieri offering her to exhibit once more “De Corporis Fabrica” in May 2015 in the Oratorio del Museo della Vita, jointly with the presentation of her “Libro d’Artista”, a small jewel, with critical remarks from Jadranka Bentini, published in 100 copies only,autographed by the Artist.
Serpieri’s participation to the Biennale di Venezia 2015 with the work “Chimera” confirms the success of her peculiar research.
In November 2015, during the celebrations on the occasion of the 40th anniversary of the death of Pier Paolo Pasolini, Serpieri participates to the exhibition “Perfetta solitudine – in morte di Pier Paolo Pasolini”, and to the “Libro d’Artista” connected to the same event.
Supported since many years in her research by an Art Historian as important as Jadranka Bentini, Serpieri presents in 2016 at the Must Gallery and at the Axion Swiss Bank S.A. in Lugano her exhibition “Fulgor in Signis”- Inganni di senso, a summary of her three great project-studies around the art of sculpture in the long Italian tradition, a further opening to future and even more daring artistic venues.
The most reknown critics have commented on her: Franco Basile, Jadranka Bentini, Beatrice Buscaroli, Graziano Campanini, Vittoria Coen, Lanfranco Colombo, Victoria Combalìa, Philippe Daverio, Walter Guadagnini, Paola Barbara Sega, and many others.

Her works are included in a great number of private collections and in many Antique and Contemporary Art Museums, like the Schifanoia and Riminaldi Museums in Ferrara, the Museo Civico A. Canova in Bassano del Grappa and Contemporary Art Pinacotheques; she boasts an extended bibliography in catalogues, art magazines, precious “Libri d’Artista”, magazines and daily

newspapers.



She lives in Bologna.

www.beatriceserpieri.com

studiobeatriceserpieri@gmail.com



MOSTRE ED EVENTI PRINCIPALI – EXIBITIONS AND MAIN EVENTS

1984 MODENA Private Gallery“‐ Exhibition” “ Ritratti in B.N.”
1984 BOLOGNA Congresso Nazionale I.F.B.P.W International Federation of Business and Professional
Women
Conferenza “ Dietro L’obbiettivo. “
1988 BOLOGNA Congresso Nazionale I.F.B.P.W International Federation of Business and Professional
Women
Conferenza “ Rosso Bolognese.”
1990 ROMA Piazza di Spagna - 8 Marzo - “Immagine Donna” - 37 Fotografi Internazionali per
rappresentare la figura femminile .
1990 ROMA Accademia del Superfluo – 13 Novembre – 20 Dicembre - Mostra Antologica – “Ritratti in
B.N.”
1990 MILANO Piazza Duomo - “Immagine Donna”- 4 Maggio ‐ 37 Fotografi Internazionali per
rappresentare la figura femminile .
1991 FERRARA Private Gallery -“Exhibition “- “ Ritratti in B.N. “
1992 BOLOGNA Chiostro Monumentale di San Domenico – 28 Ottobre – 20 Novembre - Mostra Antologica
“Complici nel ritratto”
1992 BOLOGNA Biblioteca Convento di San Domenico - Presentazione dibattito sulla pubblicazione antologica “ Complicità”a cura di Padre Michele Casali - Testo critico di Walter Guadagnini – intervento di Lanfranco Colombo
1993 BOLOGNA Galleria Cavour - “Immagini”
1995 FIRENZE Loggia Ruccelai - 40° Pitti Immagine Bimbo ‐ 18 Gennaio – 4 Febbraio ‐ “Les Portraits des
Grandes Familles” – Mostra Antologica “ Complicità.”
1996 BARCELLONAGaleria Ignacio de Lassaletta – 30 maggio – 20 Settembre - Mostra Antologica “ Complicità”- 8° Biennale Internazionale di Fotografia - a cura di Victoria Combalìa
1996 MADRID 14° Congresso Internazionale della Fotografia - Mostra Antologica “Complicità”
1996 MADRID 14° Congresso Internazionale della Fotografia - Conferenza e Slide Show “Fotogenia Interiore “
1997 PARIGI Louvre Gallery -“Les Portraits des Grandes Familles” - Mostra Antologica
1997 RAVENNA Congresso Internazionale I.F.B.P.W International Federation of Business and Professional Women - “Complicita”
2000 BOLOGNA Futur Show Design - “Love Phone” a cura di Laura Villani
2001 BOLOGNA Jhons Hopkins University - “Sinfonia a New York” a cura di Laura Villani
2001 BOLOGNA 20°Fondazione I.F.B.P.W International Federation of Business and Professional Women “Il Portico della Basilica di San Luca”-
2001 PARMA 6° mostra Internazionale d’Arte Contemporanea - Mostra Antologica “Complicita”
2002 NEW YORK Jhons Hopkins University - “Sinfonia a New York” a cura di Laura Villani
2002 BOLOGNA Palazzo d’Accursio – Sala Farnese -7 Novembre - Calendario 2003” Le quattro stagioni” a cura di Vittoria Coen ‐ 25° Anniversario Fondazione ANT- Presentazione di Giorgio Guazzaloca Sindaco di Bologna.
2002 ROMA RAI UNO “Porta a Porta ” di Bruno Vespa ‐ 12 Novembre ‐ Beatrice M. Serpieri a “Speciale Calendari”
2002/3 BOLOGNA Corte Isolani – Home Cinema Design - 29 Novembre – 6 Gennaio ‐ Calendario 2003 “Le Quattro Stagioni” Presentazione di Gabriele Canè, Direttore de “ Il Giorno” – 25° Anniversario Fondazione ANT
2003 IMOLA Convegno I.F.B.P.W.International Federation of Business and Professional Women” “ Rosso Bolognese”
2009 BOLOGNA 27° Fiera Internazionale Arte Grafica e Tecnologie “The Walls of Desire” ‐ 19/22 Febbraio ‐ a cura di Laura Villani
2009 CORTINA D'AMPEZZO Galleria le Case e la Barca -“Illusioni”- 18 Agosto - 20 Settembre - a cura di Paola Barbara Sega
2010 FERRARA Musei Civici Arte Antica - Museo Riminaldi - Palazzo Bonacossi - "Illusioni"- a cura di Paola Barbara Sega - 14 Maggio - 15 Novembre 2010
2012 FERRARA Museo Schifanoia – Opera in esposizione temporanea “ Origine” di Beatrice M. Serpieri ‐ Proprietà collezioni Musei Civici d’Arte Antica
2010/11 BASSANO DEL GRAPPA Museo Civico - Istituto di ricerca per gli studi su Canova e il neoclassicismo - "Illusioni" - XI Congresso di studi Canoviani – Presentazione di Philippe Daverio ‐ 23 Novembre 2010 ‐ 9 Gennaio 2011
2011 BOLOGNA Arte Fiera OFF - 28/31 Gennaio - Studio di Architettura e Design STARCH - Bologna - "Archi OFF Light " a cura di P. Dall'Occa
2011 GAETA Pinacoteca Comunale d'Arte Contemporanea "Giovanni Da Gaeta" - 7 Maggio - 15 Giugno - "S(CORPO)RO"- a cura di Adriana M. Soldini
2011 BOLOGNA "CELESTE PRIZE" International Contemporary Art Price"-"OPEN STUDIOS" a cura di Adriana M. Soldini
9 OTTOBRE 2011 - Studio Beatrice M. Serpieri
2011 MILANO Politecnico di Milano ‐ 6 Dicembre 2011 ‐ Lezione di Beatrice M. Serpieri “Scomposizioni di luce ‐ Arte e Contemporaneità nella percezione visiva” ‐ Corso di Light Art e Design della Luce ‐ Docente Gisella Gellini
2012 BOLOGNA ARTE FIERA OFF - 27/31 Gennaio – Corte Isolani - “WO/MEN WORLD WILD” Opera Prima
2011 FERRARA Museo Schifanoia - Opera in esposizione temporanea “ Origine” di Beatrice M. Serpieri ‐ Proprietà collezioni Musei Civici d’Arte Antica
2012 RAVENNA BIENNALE CHIESE LAICHE – V EDIZIONE - Biblioteca Classense – Sala della Manica Lunga - 7 Novembre – 4 Dicembre – A cura di Beatrice Buscaroli
2012 FERRARA Museo Schifanoia - esposizione continuata opera “ Origine” di Beatrice M. Serpieri – Proprietà collezioni dei Musei Civici di Arte Antica di Ferrara
2012 BASSANO DEL GRAPPA Musei Civici - esposizione opera “ Aenigma”di Beatrice M. Serpieri – 19 Gennaio - 1 Maggio. Proprietà collezioni Musei Biblioteca Archivio di Bassano del Grappa(VI)”
2012 RAVENNA Biennale Chiese Laiche – 5° Edizione ‐ Biblioteca Classense – Sala della Manica
Lunga – 7 Novembre – 4 Dicembre – A cura di Beatrice Buscaroli
2014 FERRARA Museo Riminaldi ‐ Palazzo Bonacossi – esposizione temporanea opera “ Origine” di Beatrice M. Serpieri ‐ Proprietà collezioni dei Musei Civici di Arte Antica di Ferrara
2014 BOLOGNA Museo Luigi Cattaneo - Simposio Internazionale “AMAZING MODELS SYMPOSIUM”. 8/9 Maggio ‐ Presentazione di Jadranka Bentini “ Artiste a confronto” Beatrice M. Serpieri – Anna Morandi Manzolini (Nel 3° Centenario della nascita) – Opere in Mostra : Installazione Fotografica “ Fantastiche apparenze” di Beatrice M. Serpieri ‐ Preparazione Anatomica in cera di Anna Morandi Manzolini.
2014/2015 BOLOGNA Galleriapiù - Oltredimore - “De Corporis Fabrica” a cura di Jadranka Bentini con la partecipazione di Alessandro Ruggeri – Co‐promotore : Museo delle Cere Anatomiche “Luigi Cattaneo”‐ In collaborazione con: Sistema Museale d’Ateneo ‐ Alma Mater Studiorum Università di Bologna ‐ Archiginnasio ‐ 27 Novembre 2014‐17 Gennaio 2015.
2015 BOLOGNA Arte Fiera ‐ Art City – Spazio Domino Club – “ Cromogeometrie” – Cubo Scomponibile.
2015 BOLOGNA DIPARTIMENTO di ARTI VISIVE – CORSO di PSICOLOGIA DELL’ARTE della LAUREA MAGISTRALE IN ARTI VISIVE ‐ Marzo – Lezioni di Beatrice M. Serpieri “ Sinergie tra Istituzioni Museali e Iniziativa Privata – Culture visive a confronto attraverso la lettura fotografica di Beatrice M. Serpieri .“
2015 BOLOGNA 2 °Festival delle Cure e delle Arti – Complesso Monumentale di Santa Maria della Vita - Oratorio dei Battuti - 28 Maggio – Presentazione del “Libro d’Artista” di Beatrice M. Serpieri – Interventi di Jadranka Bentini e Alessandro Ruggeri. Opere della Mostra “ De Corporis Fabrica”esposte dal 28 Maggio al 15 Giugno
2015 VENEZIA 56° BIENNALE di VENEZIA – Padiglioni Nazionali Grenada e Guatemala - “ Grazie Italia” - a cura di Arianna Fantuzzi
2015 BOLOGNA Celebrazioni 40° Anniversario della morte di Pier Paolo Pasolini – “ Perfetta solitudine – “ Perfetta
solitudine – In morte di Pier Paolo Pasolini” Gruppo Scultoreo di Adriano Avanzolini , Interpretazione fotografica Beatrice M. Serpieri – 31 Ottobre – 1 Dicembre
2015 LUGANO MUST GALLERY – “patchwork #2” a cura di Antonio D’Amico – 10 Dicembre 2015 – 10 Gennaio 2016
2016 BOLOGNA Complesso Monumentale di Santa Maria della Vita - Oratorio dei Battutipresentazione del Libro d’Artista “ Perfetta solitudine – In morte di Pier Paolo Pasolini” – a cura di Graziano Campanini. Interpretazioni fotografiche di Beatrice M. Serpieri del gruppo scultoreo di Adriano Avanzolini.
2016 LUGANO MUST GALLERY – “FULGOR IN SIGNIS” INGANNI di SENSO a cura di Jadranka Bentini eAntonio d’Amico – 7 Aprile – 20 Maggio
2016 LUGANO AXION SWISS BANK S.A. Mostra “ FULGOR IN SIGNIS” INGANNI di SENSO a cura di
Jadranka Bentini e Antonio d’Amico ‐ 2 Giugno – 31 Dicembre –
Presentazione del volume “FULGOR in SIGNIS “ Inganni di senso” a cura di Jadranka
Bentini e Antonio D’Amico .
2016 PIEVE di CENTO Sala Partecipanza - Celebrazioni del 40° Anniversario della morte di Pier Paolo Pasolini - “Perfetta solitudine,in morte di Pier Paolo Pasolini” a cura di Graziano Campanini . Gruppo scultoreo di Adriano Avanzolini - Interpretazione fotografica di Beatrice M. Serpieri – Adriano Adversi – Andrea Samaritani – 12 Novembre – 15 Dicembre


EVENTI MEDIATICI – MEDIA EVENTS

1990 BOLOGNA ODEON TV - “Donne in carriera”- Beatrice M. Serpieri 
1991 BOLOGNA ODEON TV- “Solo Donna”  di  Beatrice M. Serpieri
1991 ROMA TMC -“Festa di compleanno”  Beatrice M. Serpieri e la sua “Fotogenia dell’anima”
1992 BOLOGNA TG3 ORE 13- Speciale “Beatrice M. Serpieri Mostra Antologica a San Domenico”
1992 BOLOGNA TG4 ORE 13- Speciale  “Complicità,un libro di Beatrice M. Serpieri”
1995 FIRENZE RETEMIA- Toscana -“Artisti -”Beatrice  M. Serpieri - Ritratti al 40° Pitti Immagine Bimbo”
1995 BOLOGNA TMC ORE 13 - Les Portraits des Grandes Familles -  Beatrice M. Serpieri al 40° Pitti Immagine Bimbo
1996 BOLOGNA TG3 ORE 13 - Speciale ”Beatrice  M. Serpieri all’8° Biennale Internazionale di Fotografia di Barcellona”
1996 BARCELLONA RADIO 4 - Speciale “Beatrice  M .Serpieri - Fotogenia interiore alla 8° Biennale Internazionale di Fotografia”
1996 BARCELLONA RADIO CATALUNA - Beatrice M. Serpieri “ Complicità” alla 8° Biennale Internazionale di Fotografia di Barcellona 
1996 BARCELLONA RADIO ONDA CERO - Artisti alla Biennale – Beatrice M. Serpieri
1996 BARCELLONA TV3 ORE 13 - “Mostra di Beatrice  M. Serpieri alla Galleria de Lassaletta”
1996 MADRID TV3 MADRID - Speciale Fotografia –“Beatrice  M. Serpieri al 14° Congresso Internazionale di Fotografia”
1999 BOLOGNA E’ TV "Aspettando il TG” –“ Beatrice M. Serpieri e la Fotogenia “
1999 BOLOGNA E’ TV “ Fotogenia dell’anima” con Beatrice M. Serpieri
2002 BOLOGNA TG3 ORE 13 – Speciale”Beatrice Serpieri: Tableaux Vivants con 200 bambini
2014 BOLOGNA TRC - 27 Novembre – Museo L. Cattaneo – Vernissage Mostra “ De Corporis Fabrica “ di Beatrice M. Serpieri
2015 BOLOGNA TRC 8 Gennaio 2015 “ Detto tra noi” Beatrice M. Serpieri e Jadranka Bentini


Copyright Policy: Tutti i diritti riservati, nessuna parte di questo sito puo' essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o con qualunque mezzo elettronico o meccanico, incluse copie fotostatiche, copia su supporti magneto-ottici, sistemi di archiviazione e di ricerca delle informazioni - senza l'autorizzazione scritta dell'Autrice delle opere. Tutte le opere qui esposte sono depositate e vincolate da Copyright.